Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più leggi le avvertenze legali.

Accettare

Attualità

Ampio tracciamento dei contatti grazie al lavoro della Lega polmonare

Da inizio maggio tutti i cantoni hanno l’obbligo di rintracciare le persone infette da COVID-19 e i loro contatti stretti mediante tracciamento telefonico. Le diverse Leghe polmonari cantonali sono impegnate in tutto il paese con attività di contact tracing. Uno staff di 115 addetti qualificati contatta e supporta le persone in quarantena.


Lega polmonare: personale qualificato
«Con chi ha avuto contatti nelle ultime 48–72 ore prima della comparsa dei sintomi della malattia, per più di un quarto d’ora e a meno di due metri di distanza?». È questa la prima domanda che viene rivolta alle persone infette da coronavirus. Da questo momento, chi ha contratto il virus e le persone che hanno avuto con loro dei contatti stretti dovranno rimanere a casa per 10–14 giorni.
La telefonata da parte dei collaboratori della Lega polmonare è un contatto molto importante durante l’isolamento ovvero la quarantena. In qualità di contact tracer si apprendono molte informazioni sullo stato di salute, l’umore in generale e la quotidianità delle persone e «ciò richiede ampie conoscenze specialistiche e spiccate qualità comunicative», sottolinea Carmen Wicki, coordinatrice del contact tracing della Lega polmonare svizzera centrale.

«Insieme al Centro di competenza tubercolosi, con circa 270 contact tracing all’anno per i casi di tubercolosi, la Lega polmonare è l’unica istituzione in Svizzera che vanta una grande esperienza nel tracciamento dei contatti», afferma Jörg Spieldenner, direttore della Lega polmonare svizzera. «Il nostro obiettivo è assistere le persone nella fase di isolamento e, grazie alle qualifiche in campo sanitario e sociale di cui dispone, il nostro staff vanta degli ottimi contact tracer.»

Miglioramento della normalità quotidiana grazie al tracciamento dei contatti
Lo scopo del tracciamento dei contatti è interrompere la catena di contagi da coronavirus per contenerne la propagazione a lungo termine. Con le telefonate alle persone infette e ai loro contatti, la Lega polmonare fornisce un contributo essenziale, impegnandosi così fortemente a sostegno del dispositivo attualmente più efficace nella lotta contro il coronavirus.

Importante integrazione del tracciamento dei contatti
L’app di tracciamento SwissCovid registra in modo decentralizzato i contatti che avvengono per più di 15 minuti e a una distanza inferiore a due metri. Se qualcuno risulta positivo ai test, gli altri utenti ricevono un avviso e possono sottoporsi al test. La Lega polmonare svizzera accoglie con favore l’introduzione dell’app nel pieno rispetto della legge sulla protezione dei dati, ma segnala che l’app deve essere considerata un supporto al classico tracciamento dei contatti, che prevede una presa di contatto diretta con gli interessati. La Lega polmonare svizzera appoggia inoltre il diritto automatico alla continuazione del pagamento del salario per le persone in isolamento volontario ed esorta il Parlamento a impegnarsi su questo fronte.

Centro di competenza tubercolosi della Lega polmonare svizzera
La Lega polmonare è, insieme al Centro di competenza tubercolosi della Lega polmonare svizzera, l’istituzione elvetica che svolge regolarmente indagini territoriali sui casi di tubercolosi con rischio di contagio. Questa piattaforma nazionale d’informazione e coordinamento supporta il personale specializzato nella gestione dei casi di tubercolosi. Ogni anno in Svizzera si ammalano di tubercolosi circa 500 persone.
Undici Leghe polmonari cantonali eseguono il contact tracing con l’ausilio di 115 addetti e svolgono corsi di formazione sul tracciamento dei contatti.

La Lega polmonare è un’organizzazione sanitaria senza scopo di lucro con più di 700 collaboratori e da più di 115 anni si impegna per i pazienti affetti da malattie polmonari e delle vie respiratorie.
In 70 sedi in tutta la Svizzera e a domicilio, fornisce consulenza e assistenza a più di 100'000 pazienti affinché possano vivere quanto più possibile senza disturbi e in autonomia. La Lega polmonare si impegna inoltre negli ambiti della promozione della salute e della prevenzione, nonché della formazione di professionisti e della promozione della ricerca. La Lega polmonare svizzera è un’organizzazione sanitaria che ha ottenuto il marchio di qualità ZEWO, nonché l’NPO Label per l’eccellenza gestionale.

In caso di domande rivolgersi a:
Lega polmonare svizzera
Andrea Adam, responsabile stampa
Tel. 031 378 20 53
a.adam@STOP-SPAM.lung.ch