Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più leggi le avvertenze legali.

Accettare

Ossido di azoto

Il termine "Ossido di azoto" è un nome collettivo che indica la reazione tra l'azoto e l'ossigeno atmosferico. A livello di inquinamento dell'aria i più importanti sono il monossido di azoto (NO) e il diossido di azoto (NO2).
 

D'estate gli ossidi di azoto (NO e NO2) sono una delle cause principali dello smog. Nei periodi freddi il nitrato d'ammonio, formato dagli ossidi di azoto gassosi e dall'ammoniaca, contribuisce all'inquinamento di vaste aree con le Polveri fini (PM10). In più, gli ossidi di azoto sono importanti precursori dell'ozono troposferico.

Gli ossidi di azoto si formano in processi di combustione di carburanti e combustibili. Il traffico stradale è di gran lunga la principale fonte di monossido di azoto in Svizzera. (NO) che per reazione con l'ossigeno atmosferico viene trasformato rapidamente nel più tossico diossido di azoto (NO2).

Il tossico diossido di azoto (NO2) nuoce alla salute dell'uomo. Gli effetti sono:

  • infiammazioni delle vie respiratorie
  • maggiore sensibilità agli allergeni
  • abbassamento delle difese contro le infezioni
  • riduzione dello sviluppo polmonare nei bambini
  • disturbi del ritmo cardiaco e infarti
  • aumento delle ospedalizzazioni in seguito ad affezioni polmonari
  • tasso più alto di mortalità, provocato da disturbi della circolazione e delle vie respiratorie

Persone con problemi di cuore o malattie polmonari dovrebbero evitare luoghi aperti con alta concentrazione di particelle: tunnel, arterie stradali, percorsi molto trafficati, garage, ambienti chiusi fumosi.
 

Grafici relativi all'inquinamento attuale