Infrastrutture sanitarie distrutte in Ucraina: malati cronici in pericolo

L’offensiva in Ucraina ha colpito pesantemente anche le infrastrutture della sanità. Una parte del personale sanitario è fuggita. Gli ospedali sono sovraffollati, molte farmacie sono chiuse. Mancano medicinali e mezzi ausiliari medici.

Inoltre, aumenta il rischio legato alle malattie trasmissibili, come il Covid-19 che sta dilagando nel Paese. L’OMS ha lanciato l’allarme, perché mancano anche mezzi ausiliari come le bombole d’ossigeno. La precarietà dell’assistenza medica rende estremamente difficile, ad esempio, curare persone affette da polmonite, Covid-19 o tubercolosi.

 

La Lega polmonare scende in campo a favore delle persone affette da gravi malattie polmonari e delle vie respiratorie, affinché possano ricevere i trattamenti di cui necessitano nonostante la guerra.

La Lega polmonare sta raccogliendo donazioni per garantire cure mediche in loco ai malati. Lo scopo è quello di far arrivare in Ucraina ad es. farmaci per chi è affetto da tubercolosi o bombole d’ossigeno per le persone con polmonite o Covid-19, nonché supportare il personale specializzato in loco.

In più, come intervento immediato, la Lega polmonare ha provveduto in collaborazione con le autorità a far tradurre in ucraino e russo le informazioni più urgenti per i rifugiati accolti in Svizzera, e sta sensibilizzando il personale sanitario elvetico verso malattie come la tubercolosi, che sul nostro territorio sono quasi scomparse ma in Ucraina sono ancora relativamente diffuse.

 

Sostenete gli interventi di soccorso urgente per gli ucraini affetti da malattie polmonari!

  • Con 60 franchi contribuite ad es. alla realizzazione delle traduzioni necessarie per i rifugiati accolti in Svizzera.

  • Con 100 franchi contribuite ad es. a procurare bombole d’ossigeno per persone affette da malattie polmonari.

  • Con 250 franchi contribuite ad es. all’invio in Ucraina di farmaci per i malati.


Ogni aiuto è prezioso!

La vostra donazione sarà interamente devoluta al sostegno delle persone colpite dalla guerra.        

La Lega polmonare svizzera è strenuamente impegnata nella ricerca di sistemi veloci e sicuri per far arrivare gli aiuti alle persone che soffrono a causa del conflitto, collaborando con organizzazioni partner che si coordinano tra loro a livello internazionale.

Grazie per il vostro sostegno a questa iniziativa di aiuto immediato e diretto.

Sì, desidero donare ora