Attualità

La Lega polmonare sostiene cinque progetti di ricerca

Il Fondo di ricerca della Lega polmonare sostiene annualmente progetti di ricerca con 625'000 franchi svizzeri. Nel 2017 sono stati scelti cinque progetti; tre sull'asma, uno sulla nicotina e uno sulla broncopneumopatia cronica ostruttiva BPCO.

 

Il contatto precoce con la nicotina può causare malattie polmonari croniche? Un team di ricerca della Prof Ssa. Constance Barazzone-Agiroffo (ospedale universitario di Ginevra) vuole risolvere questo quesito. I ricercatori presumono che in giovane età lo stress da nicotina decima le nuove cellule staminali nei polmoni. Poiché queste cellule riparano il polmone da eventuali lesioni, il loro numero ridotto potrebbe incitare lo sviluppo di malattie polmonari croniche. I ricercatori ricorrono al sostegno finanziario della Lega polmonare per lanciare nel 2018 questo studio biennale. Il fondo di ricerca finanzia il progetto con 148’000 franchi svizzeri.

 

Ricerca sulla BPCO e sull’asma

Un altro progetto, al quale il fondo di ricerca ha assegnato un sostegno finanziario, è dedicato al trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), malattia cronica che colpisce circa 400.000 persone in Svizzera. Dr. Anja Frei, dell’Università di Zurigo, e il suo team stanno studiando se un programma di esercizi fisici eseguiti dai pazienti affetti di BPCO a casa propria possa motivarli ad un esercizio regolare e quindi ad un miglioramento della loro salute e qualità di vita.

 

I tre altri progetti selezionati tra le 29 richieste presentate sono dedicati all’asma. Un gruppo del Dr. Michael Roth (ospedale universitario di Basilea) indaga sul perché, nel caso di asmatici, si verifica una riorganizzazione nel tessuto del condotto respiratorio. Lo scopo del gruppo di ricerca del Dr. Alexander Eggel (Università di Berna) è quello di sviluppare una nuova strategia per la terapia dell'asma allergica. Prof. Dr. med. Urs Frey (ospedale pediatrico universitario di Basilea) scoprirà se esistono sostanze cliniche e biologiche, i cosiddetti biomarcatori, che indichino un eventuale aggravamento della malattia prima che si verificasse, contribuendo così a gestire meglio l'asma. Nel complesso, il fondo di ricerca della Lega polmonare sostiene con 625’000 franchi svizzeri i cinque progetti.

 

Donazioni per la ricerca

Le malattie polmonari sono in progressione; esse sono oggi la quarta causa di morte più frequente in Svizzera. Per affrontare questa sfida e sostenere l'attività di ricerca sulla prevenzione e il trattamento delle malattie polmonari e respiratorie, il Fondo di ricerca della Lega polmonare è stato istituito nel 2013. Questo è finanziato dai contributi dalle leghe polmonari cantonali e dalle donazioni.

 

 

Nel caso di domande, si prega di contattare:
Lega polmonare svizzera
Jenny Herzog, Direttrice segreteria di ricerca
Tel. 031 378 20 52
j.herzog@STOP-SPAM.lung.ch

Chi respira vive
La Lega polmonare consiglia e assiste persone affette da malattie polmonari e insufficienza respiratoria affinché possano vivere quanto più possibile senza disturbi, in modo autonomo e con una migliore qualità di vita. Grazie alla sua rete di contatti specialistici, tutela le esigenze dei suoi pazienti e promuove il loro auto-aiuto. Con misure di prevenzione e il suo impegno per un’aria pulita, la Lega polmonare si impegna affinché sempre meno persone vengano colpite da malattie polmonari e delle vie respiratorie.