Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più leggi le avvertenze legali.

Accettare

Attualità

Il tabacco toglie il respiro ai giovani

Oltre la metà dei fumatori inizia a consumare tabacco da adolescente. Il Parlamento sta dibattendo il secondo disegno della legge federale sui prodotti del tabacco, lo strumento normativo che regolerà sia i classici prodotti che le nuove sigarette elettroniche. In questo contesto, la Lega polmonare svizzera invoca un divieto generalizzato di pubblicizzazione, promozione e sponsorizzazione oltre a regole uguali sia per le sigarette elettroniche.

Oltre la metà dei fumatori inizia a consumare tabacco da giovane. La legislazione svizzera pone tuttavia ben pochi limiti alla pubblicità di prodotti del tabacco e sigarette elettroniche, pubblicità mirata soprattutto sui giovani non ancora fumatori.
Ora il Parlamento potrebbe cambiare le cose: un divieto generalizzato di pubblicizzazione, promozione e sponsorizzazione unito a regole uguali sia per le sigarette elettroniche che per i prodotti del tabacco tradizionali porrebbe freno a una delle epidemie più gravi e al contempo più evitabili.
 

Una tendenza pericolosa tra i giovani: le sigarette elettroniche
In Svizzera fuma il 27% della popolazione con età maggiore di 15 anni. Circa 9500 persone muoiono ogni anno a seguito del consumo di tabacco, che è quindi responsabile del 15% di tutti i decessi nella Confederazione. I prodotti del tabacco rimangono la principale causa evitabile di patologie cardiocircolatorie, tumorali e delle vie respiratorie. Ma soprattutto tra i giovani si stanno diffondendo le sigarette elettroniche: a quindici anni le ha già provate la metà dei ragazzi (50%) e un terzo delle ragazze (35%).

La «Giornata mondiale senza tabacco» che si celebra il 31 maggio intende proprio attirare l’attenzione sulle conseguenze del consumo di tabacco.


La Lega polmonare svizzera chiede una protezione dei giovani efficace nella legge sui prodotti del tabacco

  • Divieto rigoroso di pubblicizzazione, promozione e sponsorizzazione
  • Regole uguali in materia di vendita, pubblicizzazione e protezione dal fumo passivo sia per le sigarette elettroniche che per i prodotti del tabacco
  • Divieto nazionale di vendere e dispensare prodotti del tabacco e sigarette elettroniche a minorenni


Qui trovate maggiori informazioni sulle iniziative di prevenzione del tabacco della Lega polmonare.


Cifre e fatti sulla Lega polmonare
La Lega polmonare è un’organizzazione sanitaria senza scopo di lucro con più di 700 collaboratori, impegnata da più di 115 anni in favore dei pazienti affetti da malattie polmonari e delle vie respiratorie. In 65 sedi in tutta la Svizzera e a domicilio, fornisce consulenza e assistenza a più di 100’000 pazienti affinché possano vivere quanto più possibile senza disturbi e in autonomia. In virtù del suo marchio di qualità Zewo, l’organizzazione si impegna inoltre dal punto di vista politico e negli ambiti della promozione della salute e della prevenzione, nonché della formazione di professionisti e della promozione della ricerca.


In caso di domande rivolgersi a:
Lega polmonare svizzera
Andrea Adam
Responsabile stampa
031 378 20 53
a.adam@STOP-SPAM.lung.ch