Comunicato Stampa 17.11

Novembre è il mese dedicato ai polmoni

Novembre è un mese molto speciale per quel che riguarda la prevenzione e la promozione della salute polmonare.

Nel mondo questo mese è dedicato alle iniziative di sensibilizzazione sul tema inerente il cancro del polmone. Questa importante patologia, insieme alla BPCO (Broncopneumopatia cronica ostruttiva), rimane una delle cause di morte principali in Svizzera. Il 20.11.2020 ricorre anche la giornata mondiale della BPCO.

Durante l’attuale pandemia da COVID-19 le persone colpite da malattie polmonari croniche legate al fumo di sigaretta hanno un rischio aumentato di complicazioni polmonari.

Il fumo di sigaretta è responsabile per circa il 90% dei casi di tumore polmonare. I morti per cancro al polmone sono circa 1'800'000 all’anno nel mondo. I morti per COVID-19 sono stati finora 1’326'421 (dati al 16.11.2020).
La pandemia da COVID-19 ha relegato in secondo piano la medicina preventiva e di conseguenza tutte quelle malattie croniche legate ad un errato stile di vita. Queste malattie, come il tabagismo ad esempio, o l’obesità e il diabete, o più semplicemente la fame nel mondo, possono essere considerate delle epidemie o addirittura pandemie se correlate ai fattori di rischio e alle malattie che ne conseguono.

È importante, perciò, tenere alta l’attenzione su tutte queste pandemie continuando ad attuare le misure di prevenzione necessarie per diminuirne i danni.

Ricordiamo che è sempre possibile scaricare il test sulla BPCO a questo link

 

La Lega Polmonare Ticinese, in collaborazione con il Dr. med. Francesco Zappa, specialista nel trattamento dei tumori polmonari, ha creato un poster attuale ed informativo che paragona l’epidemia di tabacco con quella di COVID-19.

 

 

Per informazioni

Jocelyne Gianini

info@STOP-SPAM.legapolm.ch

www.legapolmonare.ch

Comunicato Stampa 26.05

Giornata Mondiale Senza Tabacco

#liberidinonfumare

 

Il 31 maggio ricorre la Giornata Mondiale senza Tabacco. Il tema centrale di quest’anno riguarda la protezione dei giovani con particolare attenzione alle tecniche manipolatorie impiegate dell’industria del tabacco per attrarli e farne dei nuovi consumatori. 

Per questa giornata, vari attori della prevenzione in Ticino si sono uniti: la Lega Polmonare Ticinese, Radix della Svizzera italiana, la Lega contro il cancro, la Fondazione Idée Sport, con il progetto EVER:FRESH e l’Associazione Svizzera Non fumatori. Tali organizzazioni lanciano insieme una campagna di sensibilizzazione sui social: Instagram e Facebook: #liberidinonfumare.

 

L’obiettivo è quello di informare i giovani sulle manipolazioni attuate dall’industria del tabacco, per renderli consapevoli e, se possibile, preservarli dalla dipendenza dal tabacco e dalla nicotina. L’idea è quella di postare dei mini-video con messaggi proposti da giovani impegnati nelle associazioni coinvolte, che testimoniano la loro scelta di libertà: liberi di non fumare.  

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia alcuni punti sui cui indirizzare la riflessione dei giovani rispetto alle pratiche dell’industria del tabacco:

·       LA SUA STRATEGIA

Ossia l’apposita creazione di nuovi gusti e sapori per attirare i giovani, soprattutto con le pipe ad acqua, le sigarette elettroniche e i prodotti con tabacco senza fumo;

·       IL SUO STILE

La promozione dei prodotti del tabacco e la distribuzione di campioni gratuiti durante gli eventi dedicati ai giovani;

·       LA MEDIATIZZAZIONE

La pubblicità e il “product placement”, ossia la pubblicità occulta nei film e nelle serie-tv, nonché sulle piattaforme social, tramite influencer pagati;

 

La campagna di sensibilizzazione, che si svolgerà dal 28 maggio al 2 giugno 2020 con l’hashtag #liberidinonfumare, condividerà sui social le esperienze di alcuni giovani impegnati nella prevenzione al tabagismo, così da facilitare una comunicazione fra pari.

 

 

Per informazioni

Jocelyne Gianini

info@lpti.ch

www.legapolmonare.ch

 

Comunicato Stampa 07.04.2020

Gestire la dipendenza da nicotina ai tempi del coronavirus

 

I rischi dei fumatori e il supporto degli specialisti

 

La pandemia da Covid-19 e le relative misure messe in atto mettono l’accento sulle difficoltà che le persone

dipendenti da nicotina possono incontrare. L’OMS rende attenti che i consumatori di tabacco /sono maggiormente vulnerabili al Covid-19, sia per patologie dovute al tabagismo, sia per l’atto stesso di fumare che aumenta la possibilità di trasmettere il virus dalla mano alla bocca. Agli esperti della Lega Polmonare Ticinese e dei Servizi di Tabaccologia del EOC preme quindi informare e sostenere le persone che stanno intraprendendo (o vorrebbero intraprendere) un percorso di disassuefazione al tabagismo durante questo momento particolare. Lo stress quotidiano e le frustrazioni aumentano facilmente in questo periodo, e i prodotti di tabacco possono diventare un modo per gestire la noia e le proprie emozioni negative. Inoltre, quando si smette bruscamente ed in modo forzato di consumare tabacco, spesso non si ottiene il risultato sperato a lungo termine.

Per questo motivo, i consultori della Lega Polmonare Ticinese offrono la possibilità di consultazioni telefoniche gratuite con personale specializzato dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 a 12.00 e dalle 13.00 alle 17.00 allo 091/973.22.80 . Se necessario, le persone possono essere indirizzate a uno dei medici degli ambulatori di tabaccologia dell’EOC per una consulenza telefonica. Sul sito della Lega Polmonare Ticinese si trovano inoltre link utili e una “cassetta degli attrezzi” per affrontare al meglio questa situazione.

Non esitate a contattarci, il team degli esperti.

 

Per informazioni

Jocelyne Gianini

info@STOP-SPAM.lpti.ch