Bifenili policlorurati

I bifenili policlorurati (PCB) vengono aggiunti a resine, vernici, lacche e collanti al fine di renderli più morbidi e flessibili. In effetti, i PCB in Svizzera oggi sono vietati, tuttavia in caso di ristrutturazione o risanamento di vecchi edifici è possibile che l'aria all'interno dei locali sia contaminata dai composti di cloro tossici e cancerogeni. In caso di sospetto d'impiego di sostanze contenenti PCB, si raccomanda di procedere con un'analisi dell'aria all'interno dei locali.

I PCB fino agli anni '80 sono stati impiegati come isolanti in condensatori e trasformatori, nell'olio idraulico, ma anche in applicazioni aperte come vernici, resine, materie plastiche, inchiostro di stampa, colle e masse di sigillatura dei giunti a elasticità permanente.

L'assunzione di grandi quantità di PCB attraverso gli alimenti, la pelle o i polmoni pregiudica il fegato, la milza e le reni, indebolendo anche il sistema immunitario.

 

Informazioni dell'Ufficio federale della sanità pubblicahttp://www.bag.admin.ch/themen/chemikalien/00228/00512/index.html?lang=de