Veleni domestici

L'uomo trascorre ogni giorno diverse ore tra le pareti domestiche. Un buon clima abitativo è indispensabile per il benessere e la salute. È possibile fare molto in prima persona per contribuire a creare un ambiente salubre. Si può iniziare dalla pianificazione di un nuovo edificio, passando per gli arredi della casa, per finire con la sua pulizia. In ogni caso, vale il principio: non fumare negli ambienti chiusi.

I veleni domestici provengono da diverse fonti. Se non si limitano o riducono queste sostanze nocive liberate nell'ambiente possono causare disturbi alla salute: bruciore agli occhi, infiammazione della faringe e delle mucose nasali, mal di testa e malesseri sono i sintomi acuti più frequenti. Nel caso di carichi inquinanti che si protraggono nel tempo possono insorgere affezioni polmonari croniche. In particolare, le persone allergiche devono prestare molta attenzione: le sostanze tossiche dell'ambiente provocano loro disturbi respiratori, riniti, bruciori agli occhi e congiuntiviti, eruzioni cutanee e in alcuni casi diarrea. In casi più rari le reazioni allergiche possono danneggiare anche le cellule sanguigne, i tessuti e gli organi.

Informazioni dell'Ufficio federale della sanità pubblica

 

Costruzioni e ristrutturazioni

Sin dalla fase di pianificazione di un nuovo edificio o di una ristrutturazione, è opportuno pensare alla salute. Infatti, se da un lato, durante l'attività edilizia possono essere sprigionate sostanze nocive, come ad esempio i plastificanti, nell'altro la salute può essere pregiudicata anche in ambienti nuovi, da sostanze tossiche presenti nei mobili, nelle vernici, dalle infiltrazioni del radon, nonché da un afflusso insufficiente di aria fresca.